Tree Srl | Incentivi
17432
page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-17432,cookies-not-set,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-16.6,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.1,vc_responsive
 

Incentivi

Per promuovere l’efficientamento energetico è possibile far ricorso a diversi strumenti di incentivazione: tra questi il sistema dei certificati bianchi, il conto termico e la cogenerazione ad alto rendimento

Per incentivare il ricorso a tecnologie energeticamente efficienti nel 2004 sono stati varati due decreti ministeriali ad opera del Ministero delle Attività Produttive e di quello dell’Ambiente e della Tutela del Territorio, i Decreti Ministeriali 20 luglio 2004, modificati e integrati dai successivi Decreti Ministeriali del 21 Dicembre 2007, modificato a sua volta dai Decreti Legislativi 115/2008 e 28/2011, e dell’11 Gennaio 2017.

 

COME

Il meccanismo, innovativo a livello mondiale, ha portato alla creazione di un mercato di Titoli di Efficienza Energetica (TEE), i cosiddetti certificati bianchi, attestanti gli interventi realizzati.

All’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas è stato demandato il compito di redigere delle linee guida volte a determinare nei dettagli il meccanismo dei decreti.

TREE offre ai propri clienti un servizio di supporto tecnico e consulenza qualificata per la ideazione e redazione di progetti standardizzati, in cui il risparmio energetico addizionale conseguito è rendicontato sulla base di un algoritmo di calcolo già definito, o progetti a consuntivo, dove il risparmio conseguito è determinato tramite una misurazione puntuale delle grandezze caratteristiche, sia nella configurazione antecedente che successiva all’intervento.

 

I SERVIZI DI TREE

  • Audit energetico, monitoraggi e raccolta dei dati.
  • Analisi di fattibilità tecnico-economiche.
  • Verifica preliminare della fattibilità dell’intervento e quantificazione dell’incentivazione corrispondente.
  • Elaborazione e sottomissione della domanda per l’ottenimento dei certificati bianchi.
  • Trading e management dei titoli (acquisto e vendita di titoli presso il mercato o mediante accordi bilaterali con soggetti obbligati).
  • Verifica sul possibile ottenimento di titoli complementari ai certificati bianchi (quote CO2).
  • Attività di comunicazione dei risultati ambientali ottenuti.

Il Conto Termico 2.0 è un incentivo statale erogato dal GSE (Gestore dei Servizi Energetici) per interventi di incremento dell’efficienza energetica degli edifici esistenti e di produzione di energia termica da fonti rinnovabili per impianti di piccole dimensioni.

Grazie al Conto Termico, è possibile aumentare le prestazioni energetiche degli edifici, riducendone i consumi e le spese conseguenti con la possibilità di recuperare in tempi brevi parte della spesa sostenuta.

 

I BENEFICIARI E I SOGGETTI RESPONSABILI

I beneficiari sono principalmente le Pubbliche Amministrazioni, ma anche imprese e privati, che potranno accedere a fondi per 900 milioni di euro annui, di cui 200 destinati alle PA.

Decorsi 24 mesi dall’entrata in vigore del decreto legislativo 102/2014, possono presentare al GSE richiesta di concessione dell’incentivo, in qualità di soggetto responsabile, solo le ESCO in possesso della certificazione secondo la norma UNI CEI 11352.

 

COSA È CAMBIATO?

Il Ministro dello Sviluppo Economico di concerto con il Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e con il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, attraverso il decreto 16 febbraio 2016, hanno aggiornato la disciplina per l’incentivazione di interventi di piccole dimensioni per l’incremento dell’efficienza energetica e per la produzione di energia termica da fonti rinnovabili.

Rispetto alla precedente versione (D.M. 28/12/2012), le principali modifiche hanno riguardato le modalità di accesso e dei soggetti ammessi (sono ricomprese fra le PA anche le società in house e le cooperative di abitanti) e gli interventi di efficienza energetica incentivabili. Inoltre, è stata modificata la dimensione degli impianti ammissibili e semplificata la procedura di accesso diretto per apparecchi con caratteristiche già approvate e certificate.

 

CHI LO EROGA E COME

Gli incentivi sono erogati dal GSE tramite rate annuali costanti di durata compresa tra 2 e 5 anni (in funzione della tipologia di intervento e della sua dimensione), oppure in un’unica soluzione se l’importo del beneficio complessivamente riconosciuto non supera i 5.000 euro. I tempi di pagamento sono di circa 2 mesi.

 

QUOTE INCENTIVATE

Il Conto Termico prevede incentivi che variano dal 40% al 65% della spesa sostenuta.

Finanzia inoltre il 100% delle spese per la Diagnosi Energetica e per l’Attestato di Prestazione Energetica (APE) per le PA (e le ESCO che operano per loro conto) e il 50% per i soggetti privati e le cooperative di abitanti e quelle sociali.

Gli incentivi del Conto Termico non sono cumulabili con altri incentivi statali, fatti salvi i fondi di rotazione, i fondi di garanzia e i contributi in conto interesse.

Alle PA (escluse le cooperative di abitanti e quelle sociali) è consentito il cumulo degli incentivi con incentivi in conto capitale, anche statali, nei limiti di un finanziamento complessivo massimo del 100% delle spese ammissibili.

TREE Srl, in possesso della certificazione UNI 11352, da anni svolge consulenza a supporto di soggetti pubblici e privati che intendono presentare richieste di accesso agli incentivi quali il Conto Termico ed altri.

“Il risparmio energetico rappresenta senza dubbio il mezzo più rapido, efficace ed efficiente in termini di costo per ridurre le emissioni di gas ad effetto serra e per migliorare la qualità dell’aria, in particolare nelle regioni densamente popolate”.
[Green Paper on Energy Efficiency. “Doing more with less” Unione Europea COM(2005)265].

Il risparmio energetico è uno degli strumenti a più rapido impatto nella lotta ai cambiamenti climatici costituendo inoltre un valido contributo al contenimento dei prezzi dell’energia. La Cogenerazione è, allo stato attuale, una delle modalità di produzione di energia per usi finali più efficiente.

Permette, infatti, di produrre contemporaneamente energia elettrica e calore sfruttando in maniera ottimale l’energia primaria contenuta nel combustibile con un rendimento complessivo nettamente più elevato rispetto alla generazione separata di energia elettrica e calore.

 

COSA È LA CAR?

Per definire la Cogenerazione ad Alto Rendimento, come riportato nel DM 4 agosto 2011 è necessario utilizzare il criterio basato sull’indice PES (Primary Energy Saving ovvero Risparmio di Energia Primaria). In particolare, la CAR è:

  • la produzione combinata di energia elettrica e calore che fornisce un risparmio di energia primaria, pari almeno al 10%, rispetto ai valori di riferimento per la produzione separata di elettricità e di calore;
  • la produzione combinata di energia elettrica e calore mediante unità di piccola cogenerazione e di micro-cogenerazione (cioè di potenza rispettivamente inferiore a 1 MW e inferiore a 50 kW) che forniscono un risparmio di energia primaria.

 

GLI INCENTIVI

Con il DM 5 settembre 2011, viene introdotto, attraverso il riconoscimento dei Certificati Bianchi, il regime di sostegno per la Cogenerazione ad Alto Rendimento.

L’entità dell’incentivo è determinata sulla base della potenza installata e dell’energia risparmiata in un anno espressa in MWh.

 

I VANTAGGI

–       Risparmio energetico.

–       Riduzione delle emissioni di gas clima-alteranti e quindi lotta ai cambiamenti climatici.

–       Alto rendimento nella produzione di energia per usi finali soprattutto di natura termica per gli impianti industriali.

–       Abbattimento dei costi legati all’acquisto delle fonti energetiche.

–       Possibilità di usufruire di forme di incentivazione per lo sviluppo dell’impianto..

 

In questo ambito TREE Srl vanta pluriennale esperienza sia in ambito professionale che di ricerca. In particolare offre la propria competenza per la progettazione completa in tutte le sue fasi (studio di fattibilità, progettazione definitiva ed esecutiva), per richieste di titoli autorizzativi nonché richiesta del Riconoscimento del funzionamento CAR (a preventivo ed a consuntivo) ed accesso al regime di sostegno mediante il portale Ri.Co.Ge. gestito da gestore dei Servizi Energetici (GSE Spa).

Hai bisogno di ulteriori informazioni sui nostri servizi? Contattaci Subito!